‘Empire of the Dead’, su AMC la serie zombie di Romero

Empire of the Dead di Arthur Suydam: ufficializzato il contratto per la distribuzione della serie tv con l’emittente televisiva statunitense AMC. Da maggio la notizia che la Demarest aveva in cantiere il progetto della realizzazione di una serie televisiva per il fumetto “Empire of the Dead”: un annuncio ufficiale che venne fatto a Cannes. La serie, scritta da George A. Romero in collaborazione con Peter Grunwald, si rifarà al fumetto originale pubblicato dalla Marvel Comics: si tratta di 15 atti divisi in 5 numeri (registrati per la serie tra il gennaio del 2014 e l’agosto del 2015), dove zombie e vampiri si incontreranno per dare vita a una evento soprannaturale mai visto prima.

articolo su www.weirdmovies.it

Empire of the Dead

 

George Romero, il lungimirante creatore dei morti viventi, torna a stupire con un connubio horrorifico di anime maledette. Empire of the Dead  è ambientato a New York City, dove da anni una terribile epidemia ha costretto la città alla quarantena. Nonostante le precauzioni, gli abitanti non sono al sicuro e agli zombie che circolano liberamente per le strade e predano le malcapitate vittime, si unisce la terribile razza dei vampiri, assetati di sangue.

Dopo il successo di The Walking Dead, di cui è stata confermata la settima stagione, il fenomeno zombie, come una vera e propria epidemia, continua a invadere i nostri teleschermi. Il non-morto suscita interesse non soltanto per l’orrore che genera, per quanto sia innegabile l’effetto sconvolgente del vedere le carni lacerate e tutto quel masticare convulso… si tratta di una metafora sociale che Romero ha efficacemente orchestrato sin dagli inizi: i veri zombie nel mondo siamo noi.

Con Empire of the Dead arriva prorompente anche il messaggio di una società non solo scarnificata ma prosciugata delle qualità umane buone, che portano l’uomo all’autodistruzione. Romero attraverso il terribile e l’oscuro, ci regala un’analisi lucida del mondo in cui viviamo e insieme lancia anche un appello verso il cambiamento. Se, infatti l’uomo non sarà capace di ritrovarsi e di unire le forze per il bene, tutto verrà trasformato in morte e disfacimento.

Così quello della lotta per la sopravvivenza è un altro tema vincente, per cui è inevitabile non schierarsi con i protagonisti, alle prese con una società distopica fatta di carne macera, che verranno messi a dura prova attraverso scelte che, spesso, lasciano lo spettatore confuso e stravolto.

articolo su www.weirdmovies.it

La serie approda su AMC

 

Nella serie The Walking Dead vince il più forte, ma il più forte è anche colui che sa aggregarsi, che sa scegliere il bene. Sulla scia del successo, ricordiamo anche i tentativi sperimentali delle serie minori: Z-Nation, dove viene raccontata la speranza, grazie alla scoperta di un vaccino sperimentale contro il virus dei morti viventi che potrebbe salvare il mondo e iZombie, una black comedy, parzialmente riadattata dall’omonimo fumetto di Chris Roberson e Michael Allred, in cui vengono resi i termini positivi dell’epidemia. In iZombie, per intenderci, la studentessa di medicina Rose Mclver, contaminata dal virus degli zombie, grazie alla sua volontà di rimanere umana, riuscirà a controllare i suoi istinti: si farà assumere come assistente in un obitorio e aiuterà la polizia a risolvere i casi più difficili grazie alla sua capacità di assorbire i ricordi dai cervelli delle vittime defunte. Come non citare anche Fear The Walking Dead, che racconta la genesi della distruzione del mondo moderno: un prequel con incassi da record nel 2015, sempre per la AMC, il canale d’oro di quest’anno.

Tuttavia, nessuno come Romero, padre degli zombie, è capace di raccontarceli sotto aspetti sempre diversi: attendiamo di vedere cosa accadrà nel loro incontro con i vampiri, i demoni della notte.

Prossimamente le notizie sull’uscita ufficiale di Empire of the Dead.

 

(66)

Lascia un commento

weirdmovies.it utilizza i cookies. Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni. Per accettare l'utilizzo dei cookies clicca sul pulsante qui accanto: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi