‘The Hateful Eight’: ancora colpi di scena per il western di Tarantino

The Hateful Eight continua ad essere protagonista di colpi di scena e imprevisti: stavolta la data d’uscita è stata anticipata di una settimana. Per la pellicola 70mm è ancora prevista la proiezione esclusiva del 25 dicembre, in limited edition, ma pare che sia stata aggiunta, prima dell’8 gennaio (data di diffusione del formato digitale), la possibilità di gustarsi le tre ore di The Hateful Eight per il giorno di Capodanno, in versione vintage.

Ma partiamo dall’inizio. Tutto comincia nel 2013, quando Quentin Tarantino dichiara di stare lavorando a un nuovo film, un western per la precisione, che, no, non sarebbe stato il sequel di Django Unchained (2012). Il titolo, The Hateful Eight, viene rilasciato nel gennaio del 2014, anno in cui viene anche fissata la data delle riprese, previste per l’estate: da qui i primi problemi. Il copione trapela sul web e Tarantino decide di abbandonare il progetto. Per un senso di rivalsa e per furbizia di marketing, il “re degli eccessi” decide, tuttavia, di tenere una lettura dal vivo dell’intero copione, a Los Angeles, accompagnato da quello che oggi conosciamo come il cast ufficiale del film. Con lui c’erano, dunque, Samuel L. Jackson, Kurt Russell, Amber Tamblyn, James Parks, Walton Goggins, Zoë Bell, James Remar, Dana Gourrier, Bruce Dern, Tim Roth e Michael Madsen. Tarantino, quel giorno, dichiara di aver scritto altre due bozze di copione con delle versioni differenti per il finale. Forte del successo riscosso dalla lettura pubblica e dei 5 milioni di dollari investiti dallo stato del Colorado per il film, il regista torna con una motivazione rinnovata e fissa la data delle riprese per gli inizi del 2015.

Il primo trailer viene così diffuso il 12 agosto del 2015 e, sorpresa delle sorprese, è quello in pellicola. Questo perché il direttore della fotografia Robert Richardson (che già aveva lavorato con Tarantino in Kill Bill, Bastardi senza gloria e Django Unchained) utilizza il sistema della pellicola 70mm per le riprese. Con le musiche di Ennio Morricone, ancora una volta compositore (come dichiarato dallo stesso regista al San Diego Comic-Con 2015), il film avrà un sapore tutto nuovo in questo mondo digitale, ripescando, tuttavia, dalle grandi tecniche del passato. La copia digitale si muoverà in parallelo a quella in pellicola con differenze sostanziali: è proprio Tarantino a spiegare come quella in digitale sarà più corta di circa 6 minuti, con un impatto visivo molto ridotto rispetto alla 70mm.

Con fatica e peripezie, arriviamo finalmente alle porte del 2016: la data italiana sembra essere confermata per il 4 febbraio ma possiamo davvero stare tranquilli con i chiari di luna tarantiniani degli ultimi tempi? Fatto sta che il regista continua a sfidare il mondo con le sue leggi e lo fa in grande stile: quest’anno, tenterà di rubare il Capodanno ai suoi fuochi. Voi cosa fareste?

(51)

Lascia un commento

weirdmovies.it utilizza i cookies. Leggi la Privacy Policy per maggiori informazioni. Per accettare l'utilizzo dei cookies clicca sul pulsante qui accanto: maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi